• 5 Ottobre 2022 Ore 10:00

    Sulla base delle verifiche ispettive o interne alle aziende dei nostri clienti, una sintesi delle principali non conformità, con i nostri consigli su come evitarle. L’esito dei piani nazionali delle attività di controllo sui prodotti chimici e relativo all’applicazione del Regolamenti REACH e CLP condotto a carico delle SDS ha messo in luce – fin dalle prime verifiche – una carenza compilativa per quanto riguarda le SDS che riguarda sia gli aspetti di completezza che di correttezza. È proprio dall’esperienza maturata al fianco dei nostri clienti che nasce questo corso che intende fare una riesamina di tutti i casi che abbiamo raccolto durante il corso dell’anno, facendone un’analisi sistematica, e consentendoci di identificare quali sono le criticità che si riscontrano con maggiore frequenza ed individuare delle strategie compilative migliorative che possano risultare di aiuto alle aziende. Consigliato per Il corso è consigliato ai responsabili della redazione di SDS, datori di lavoro e, più in generale, a chi si occupa di affari regolatori in azienda. A chi è rivolto: a tutti Durata: 90 minuti Relatore: Maria Luisa Visconti *L'iscrizione è valida per una sola persona, se si desidera iscriverne più di una è necessario ripetere l'iscrizione per ogni partecipante
  • 19 Ottobre 2022 Ore 10:00

    Tema di grande interesse quello della circolarità e delle materie prime da post-consumo. Tuttavia, non sono esenti da obblighi Sul sito web dell’Istituto Superiore di Sanità si legge che l’economia circolare è un sistema economico che prevede il riutilizzo dei materiali riducendo gli sprechi. In linea con gli obiettivi posti dell’Unione Europea, è fortemente incoraggiato l’uso di materie prime provenienti da un percorso di recupero al fine di valorizzare i rifiuti fino ad esaurirli efficacemente. Se questo aspetto è diventato col tempo irrinunciabile da parte delle aziende anche in relazione alla spinta del mercato, una domanda alla quale – come aziende - dobbiamo saper rispondere è: quali sono gli obblighi regolatori in materia di Regolamenti REACH e CLP per sostanze recuperate? A questa domanda daremo una risposta nel corso del webinar. Consigliato per Considerati i temi trattati, è particolarmente consigliato per responsabili della redazione di SDS, datori di lavoro, HSE manager, consulenti, uffici acquisti e vendite, logistica e, più in generale, a chi si occupa di affari regolatori in azienda. A chi è rivolto: a tutti Durata: 60 minuti Relatore: Anna Caldiroli *L'iscrizione è valida per una sola persona, se si desidera iscriverne più di una è necessario ripetere l'iscrizione per ogni partecipante
  • solo per i clienti EPY

    28 Settembre 2022 Ore 10:00

    Come personalizzare la propria SDS inserendo i testi adatti sia per le frasi da riportare nelle varie sezioni della SDS, sia per le proprietà da indicare in sezione 9 Il software EpyPlus dispone di un sistema che è stato appositamente creato per gestire l’inserimento di testi sia sui prodotti ma anche sulle sostanze che costituiscono i prodotti oltre alla gestione delle traduzioni nelle diverse lingue straniere, attive sul proprio Epyplus. Si tratta di una funzione di grande utilità per gestire con maggiore facilità e maggiore rapidità i testi aggiuntivi da integrare in alcune funzioni specifiche come ad esempio creare  nuovi testi “standard” per migliorare la compilazione della scheda di sicurezza. Il webinar sarà poi l’occasione per presentare, anche mediante degli esempi operativi, alcuni elementi specifici che, in alcuni casi, rappresentano delle novità introdotte con le versioni più recenti: ad es. informazioni sulle nanoforme, sulla sezione 9 Consigliato per Il corso è consigliato ai responsabili della redazione di SDS. In particolare, è stato pensato per utenti che intendono prendere maggiormente dimestichezza con queste funzionalità del programma e rendere il lavoro più efficiente. A chi è rivolto: clienti EPY Durata: 60 minuti Relatore: Patrizia Franchini *L'iscrizione è valida per una sola persona, se si desidera iscriverne più di una è necessario ripetere l'iscrizione per ogni partecipante
  • 14 Settembre 2022

    Leggere e capire la SDS estesa

    GRATUITO

    14 Settembre 2022 Ore 10:00

    Commento di parti specifiche della SDS estesa con focus sugli usi identificati e gli scenari di esposizione Il Regolamento REACH prevede che, in talune circostanze, debbano essere elaborate e trasmesse a valle delle schede di sicurezza nella versione estesa, vale a dire con in allegato oppure incluse le informazioni rilevanti tratte dagli scenari di esposizione. Tali SDS riportano inoltre, gli usi identificati e gli eventuali usi sconsigliati. Queste informazioni consentono di conoscere per quali circostanze e per quale popolazione l’impiego di un prodotto è stato valutato e risulta sicuro se si adottano le condizioni operative e le misure di gestione del rischio dettagliate nella documentazione. Tuttavia, tra le principali difficoltà che incontrano frequentemente gli operatori deputati a raccogliere le SDS e ad utilizzare le informazioni in essere contenute troviamo (i) la decodifica e la comprensione degli scenari di esposizione insieme alla (ii) verifica degli usi identificati e riportati in sezione 1.2 della SDS di sostanze e materie prime utilizzate per la formulazione dei propri prodotti. Consigliato per Il corso è consigliato a RSSP/ASPP, HSE manager, consulenti della sicurezza chimica, datori di lavoro, ai responsabili della redazione di SDS e, più in generale, a chi si occupa di affari regolatori in azienda. A chi è rivolto: a tutti Durata: 60 minuti Relatore: Anna Caldiroli *L'iscrizione è valida per una sola persona, se si desidera iscriverne più di una è necessario ripetere l'iscrizione per ogni partecipante
  • 26 Ottobre 2022 Ore 10:00

    Revisione di quali sono i dati minimi richiesti nel dossier, gli aspetti da controllare con attenzione per evitare contestazioni in caso di controllo da parte degli Enti nazionali designati, come gestire possibili fallimenti dell’invio. Il Regolamento CLP con l’Allegato VIII ha introdotto un processo di notifica delle miscele pericolose per effetti fisici e sulla salute umana. Questo ha apportato una serie di cambiamenti rilevanti nell’operatività aziendale: a differenza del passato i dossier devono essere trasmessi prima dell’immissione sul mercato, e con contenuto e formato armonizzato a livello europeo (salvo che per pochi Stati Membri che ancora non si sono adeguati. In questo modo verranno progressivamente abbandonate le notifiche a livello nazionali. Dal punto di vista delle scadenze, per le miscele destinate ai consumatori o ad uso professionale, chi immette sul mercato UE doveva conformarsi entro il 1/01/2021 ed entro il 31/12/2023 nel caso delle miscele per uso industriale. E’ comunque previsto un periodo transitorio fino al 1° gennaio 2025 per le miscele già notificate, salvo che sia necessario realizzare un aggiornamento delle informazioni già trasmesse. Nel contempo, oltre alla validazione eseguita contestualmente all’invio del dossier di notifica, gli Stati Membri hanno già avviato delle verifiche dei contenuti dei dossier ricevuti. Inoltre, ECHA ha introdotto delle nuove possibilità operative, sulla base di un aggiornamento del software IUCLID e del portale Poison Centres e questo si è riflesso in un aggiornamento del modulo EpyUFI/PCN di Telematic. Questo webinar si propone di ripercorrere i tratti salienti della normativa, illustrare quali siano gli elementi da tenere in considerazione durante il processo di notifica e, non ultimo, quali gli accorgimenti a cui fare riferimento per non incappare in richieste di approfondimento da parte degli Organismi designati, destinatari dei dossier. Consigliato per Il corso è consigliato ai responsabili della redazione di SDS e etichette, e, più in generale, a chi si occupa di affari regolatori in azienda. Il corso è stato pensato per utenti che approcciano a questi obblighi imposti dal Regolamento CLP ed iniziano a muovere i primi passi con l’uso dei moduli EpyUFI ed EpyPCN. A chi è rivolto: a tutti Durata: 90 minuti Relatore: Stefania Motta *L'iscrizione è valida per una sola persona, se si desidera iscriverne più di una è necessario ripetere l'iscrizione per ogni partecipante
  • 6 Luglio 2022 Ore 10:00

    La verifica incrociata degli usi identificati e degli scenari ricevuti dai fornitori per arrivare ad una SDS estesa corretta. Il Regolamento REACH prevede che la scheda dati di sicurezza riporti una breve descrizione degli usi identificati pertinenti per il destinatario della sostanza o della miscela per cui è stata redatta la SDS. Inoltre, è previsto che quando disponibili lungo la catena di approvvigionamento, gli scenari di esposizione debbano essere trasmessi (in allegato alla SDS oppure inclusi, quando possibile). Tale SDS viene detta estesa (eSDS). Le misure consentono di conoscere il contesto d’uso per cui una sostanza è stata valutata nonché la condizioni d’uso che, qualora rispettate, permettono di operare in una condizione di rischio controllato. Ciò che l’operatore deve eseguire una volta che ha ricevuto una SDS nel formato esteso è, in primo luogo, la verifica degli usi propri e degli usi prevedibili a valle. Parimenti, dovrà accertare che le condizioni d’uso descritte negli scenari di esposizione siano effettivamente in essere. Vale a dire che dovranno essere confrontare le informazioni contenute nello scenario d’esposizione con le condizioni operative e le misure di gestione del rischio presso la propria azienda al fine di identificare eventuali differenze a cui potrebbero far seguito delle azioni correttive.

    Programma

    Il webinar, attraverso l’illustrazione di alcuni casi pratici, si focalizza sulle verifiche documentali che dovranno essere realizzate  dai diversi attori della catena di fornitore al ricevimento delle eSDS:
    • raccolta o aggiornamento le informazioni sugli usi propri e dei clienti;
    • identificazione degli scenari di esposizione di interesse;
    • accertamento che gli usi rilevanti siano effettivamente compresi nella sezione 1.2 della SDS e valutati negli scenari di esposizione ricevuti;
    • identificazione di eventuali incongruenze tra gli usi e le condizioni d’uso proprie o dei clienti, se note, e quelli coperti dagli scenari di esposizione.
    Consigliato per Il corso è consigliato a RSSP/ASPP, HSE manager, consulenti della sicurezza chimica, datori di lavoro, responsabili della redazione di SDS e, più in generale, a chi si occupa di affari regolatori in azienda.   A chi è rivolto: a tutti Durata: 90 minuti Relatore: Maria Luisa Visconti e Anna Caldiroli *L'iscrizione è valida per una sola persona, se si desidera iscriverne più di una è necessario ripetere l'iscrizione per ogni partecipante
Go to Top