Il 1° febbraio 2021 è entrato in vigore il Regolamento 2019/1148 relativo all’immissione sul mercato di precursori di esplosivi. La normativa risulta trasversale: infatti, interessa moltissime miscele se contengono sostanze di utilizzo comune.

Qui riportiamo l’elenco completo:

Sostanze consideratePrecursori di esplosivi soggetto a restrizioni:

  • Acido nitrico
  • Perossido di idrogeno
  • Acido solforico
  • Nitrometano
  • Nitrato di ammonio
  • Clorato di potassio
  • Perclorato di potassio
  • Clorato di sodio
  • Perclorato di sodio

 

Sostanze considerate precursori di esplosivi disciplinati:

  • Esammina
  • Acetone
  • Nitrato di potassio
  • Nitrato di sodio
  • Nitrato di calcio
  • Calcio ammonio
  • Magnesio, polveri con particelle di dimensioni inferiori a 200 μm
  • Nitrato di magnesio esaidrato
  • Alluminio, polveri con particelle di dimensioni inferiori a 200 μm

 

In questo nuovo Regolamento si evidenzia lo scopo di prevenire la fabbricazione illecita di esplosivi limitando l’accesso e l’uso dei precursori da parte di privati, incentivando la segnalazione di transazioni sospette lungo l’intera catena di approvvigionamento. Le nuove norme limiteranno l’accesso ai privati di sostanze soggette a restrizione o soggette a segnalazione. Il webinar offre la possibilità di conoscere quali sono le novità introdotte da questo Regolamento e come Telematic ha affrontato questa novità normativa: è stata progettata una integrazione alla sezione 15 delle SDS europee, in cui sarà riportata una nuova voce per indicare se il prodotto costituisce un precursore di esplosivi soggetto a restrizione oppure un precursore di esplosivi disciplinato.

A chi è rivolto: a tutti
Quota di partecipazione: webinar a pagamento (60 euro + IVA)
Durata: 60 minuti
Relatore: Maria Luisa Visconti